I 10 motivi per cui usiamo i social media

Quali sono i motivi più comuni che ci spingono a usare i social?
Il report realizzato dal Global Web Index fornisce risposte molto interessanti in merito, riportate in una infografica che sintetizza i risultati delle interviste effettuate su un campione di 72892 utenti di diverse fasce d’età.

Il dato più interessante per chi si occupa di digital marketing è quel 42% degli utenti che usa i social per restare in contatto con i propri amici, mentre il 33% è solito condividere foto e video con altri utenti.
Inoltre il 39% degli utenti usa i social per informarsi, leggere news e restare aggiornato su ciò che accade ogni giorno.

Questo significa che le persone preferiscono interagire con dei contenuti anziché crearne di propri, probabilmente anche a causa di preoccupazioni sulla privacy.
L’aspetto negativo per i marketer consiste nella maggiore difficoltà, rispetto al passato, nell’identificare i target dei clienti sui social.

Per fare chiarezza su questa ricerca, occorre distinguere fra i vari gruppi di età, poiché i dati cambiano sensibilmente: gli utenti fra i 16 e i 24 anni usano i social media principalmente per occupare il proprio tempo libero, quelli fra i 25 e i 34 anni sono più interessati a restare in contatto con gli amici, mentre la fascia 34-44 usa i social soprattutto per consultare le news.

Cos’hanno in comune questa motivazioni? Si tratta di un uso passivo dei social, in altre parole l’utente medio percepisce le reti social come fonti di contenuti piuttosto che come piattaforme che richiedono un contributo attivo.
Inoltre, se da una parte il 27% degli utenti usa i social per cercare prodotti da acquistare, il 19% delle persone (che perciò non rientra nella top 10), usa i social per condividere dettagli della propria vita quotidiana.

Questa ricerca mostra efficacemente il modo in cui gli utenti hanno cambiato approccio nei confronti dei social, un fenomeno di cui i brand devono tenere conto per interagire in modo efficace con i propri fan.

Fonte: Enlabs

Nessun commento ancora

Lascia un commento