Dalla Link Building alla Link Earning

Con il rilascio di Penguin 4.0, integrato nell’algoritmo core di Google e attivo in tempo reale, l’approccio alla link building deve necessariamente essere adattato al nuovo scenario.
L’evoluzione che ha condotto la link building alla link earning è in corso da tempo, ma adesso è indispensabile conoscere le strategie appropriate per ottenere link naturali al proprio sito e, allo stesso tempo, interagire efficacemente con la propria audience.

I punti cruciali della link earning sono:

1)La cross promotion e le partnership fra i siti, anche senza usare keyword con molte anchor text, sono una modalità più naturale rispetto allo scambio di link.

2)La link earning sfrutta le potenzialità del social networking per amplificare la diffusione dei contenuti.

3) Contenuti utili e di alta qualità sono i preferiti dagli utenti, i quali amano condividere, linkare e commentare qualcosa di genuino e interessante.

4)Sebbene le directory generaliste siano penalizzanti, l’inclusione di un sito in una directory specifica è una prassi consigliata in una strategia di link earning.

5)Il guest posting è sempre un’attività efficace, a patto che la pubblicazione di post avvenga su siti che trattano temi pertinenti e fanno una selezione accurata dei contenuti presenti.

6)Se da una parte è penalizzante inserire link sui forum, nei commenti dei blog e altrove, le community online rivestono un ruolo fondamentale per l’acquisizione di link naturali. Partecipare attivamente alle discussioni serve sia a espandere il proprio network, sia ad aumentare la visibilità del proprio sito.

L’infografica realizzata daCJG Digital Marketing illustra le differenze fra link building e link earning, spiegando quali passi seguire per acquisire un profilo backlink autorevole ed evitare penalizzazioni in serp.

Fonte: Enlabs

the-evolution-of-link-building-to-link-earning

Nessun commento ancora

Lascia un commento