Dopo Facebook e Pinterest, anche Instagram diventa e-Commerce

Instagram consentirà agli utenti di acquistare direttamente dalla piattaforma i prodotti che visualizzano.

Comprare direttamente su Instagram? Si può fare. La piattaforma di condivisione di fotografie, che appartiene alla holding di Facebook, ha dato il via, infatti, ad una sperimentazione unica che per ora coinvolge solo pochi brand selezionati.

Si tratta della realizzazione del sogno di tutte le fashioniste e i cool hunter del mondo: poter fare shopping direttamente dal social media più ispirazionale di questi ultimi anni. Non a caso, infatti, è la piattaforma più scelta dalle aziende di moda e design, nonché il luogo virtuale preferito dai vari fashion blogger per farsi ammirare indossando le creazioni degli stilisti. Lo scopo è appunto quello di stimolare gli avventori di Instagram a comprare e ciò è in parte già possibile.

Le prime 20 aziende a poter usufruire del tasto “compra” hanno da poco dato il via alla sperimentazione e possono taggare i loro prodotti nelle foto che pubblicano sul social network. Gli utenti, se interessati, con un semplice click possono trovare tutte le informazioni relative al prodotto e con un doppio click vengono rinviati alla pagina relativa sul sito Internet del brand per procedere all’acquisto. Le transazioni per il momento non riconoscono alcuna percentuale ad Instagram, ma si sospetta che se l’esperimento andrà bene sarà questa la direzione che prenderà per monetizzare.

Della possibilità di comprare dalla propria piattaforma si sono dotati da tempo anche Facebook e Pinterest. Il primo ha da poco aperto il suo Marketplace, per ora però disponibile solo in USA, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda: l’obiettivo è sostituire la classica compravendita che avviene nei gruppi, soprattutto sul fronte dell’usato, in aperta sfida con il colosso dell’eCommerce eBay. Il secondo, invece, in sperimentazione negli USA e solo per dispositivi mobili Apple, ha messo in vendita più di due milioni di prodotti, con prezzo in evidenza e pagamento immediato attraverso le app.

L’idea di associare social newtwork e shopping non è nuova. Anzi, sembra proprio che, dopo l’advertising, stia diventando questo il modello di monetizzazione più utilizzato. Il fenomeno non è applicato solo ai “vecchi” social, ma ha dato vita anche a piattaforme apposite che uniscono condivisione e acquisti, come il recente 21 Buttons, app del tutto simile a Instagram, ma con in più un bottone che rimanda agli eCommerce del brand in foto. Un modo per rendere più immediato il processo di acquisto che fa guadagnare anche chi fa le foto: per ogni click sul tasto relativo all’immagine postata viene, infatti, riconosciuta una percentuale di guadagno al fashion blogger di turno.

Fonte: Inside Marketing

Nessun commento ancora

Lascia un commento