Le novità di LinkedIn per il 2017: quello che i marketer devono sapere

Dal nuovo layout minimal e pulito ai nuovi formati per le immagini. Tante sorprese ma molti upgrade in esclusiva solo per la versione premium

Se siete tra gli oltre 460 milioni di utenti iscritti al popolare social network delle job opportunities allora non potete perdervi le novità appena introdotte da LinkedIn. Considerato un ibrido tra un social network e un canale che mette in contatto recruiter e professionisti , negli ultimi tempi LinkedIn ha spinto sempre più sui contenuti e sulle opportunità di arricchire la propria rete di contatti grazie a nuove esperienze di fruizione.

Di cosa stiamo parlando? Sicuramente dell’attenzione crescente verso l’offerta di contenuti dai membri stessi, dell’Economic Graph, di Lynda e LinkedIn Learning, che offrono video e corsi di aggiornamento professionale perfettamente integrati alla piattaforma, e infine di LinkedIn Pulse.

 

Ma non è tutto: LinkedIn sta puntando sempre più sul mobile e i cambiamenti più importanti degli ultimi mesi virano sull’aggiornamento della sua interfaccia utente per uniformare la versione desktop a quella mobile e, in generale, migliorare la customer experience dei suoi utenti.

A quanto pare però, le intenzioni di Microsoft, con l’acquisizione di LinkedIn, sono quelle di incentivare il più possibile l’utilizzo delle versioni premium del servizio.

Bene, se sei arrivato fino qui e sei un accanito sostenitore di LinkedIn o una nuova matricola del social che si aspetta che qualcosa accada magicamente per il solo fatto di esserci, devi necessariamente allinearti con le nuove modifiche che il social business introdurrà nel 2017. Vediamole insieme.

La nuova homepage di Linkedin

La novità più visibile? Il nuovo layout più pulito e minimal. Le icone utilizzate sono le stesse dell’app mobile e non solo quelle. Anche la sezione profilo, nella colonna sinistra, segue l’impostazione della versione mobile. La zona centrale è dedicata alla condivisione di articoli, foto o aggiornamenti secondo la logica di Linkedin Pulse. Inoltre la parte dedicata al profilo comprende una foto, la descrizione del proprio profilo professionale, il numero di visite al profilo e il numero di visualizzazioni agli articoli pubblicati.

La sezione Profilo

Nuovo layout e nuova modalità di visualizzazione del profilo completo: le informazioni di contatto sono adesso nella colonna di destra e i siti web sono indicati con il loro URL completo. Cliccando sull’icona “Me” è possibile visualizzare e modificare il profilo, impostare la privacy e accedere alle impostazioni generali, al centro assistenza, cambiare la lingua e accedere ad un account premium.

Nuove dimensioni e forma per l’immagine di background che passa a 1536 x 768 pixel.  La foto profilo diventa più piccola e con una forma tondeggiante che appare al centro della sezione intro seguendo lo stile dell’app mobile. Le informazioni di contatto salgono di diverse posizioni, non più alla fine ma in alto sul lato destro del profilo. Stesse identiche sezioni da aggiornare con le proprie esperienze, istruzione, volontariato, cause sostenute, competenze, specializzazioni e segnalazioni.

Le novità per la Ricerca

Le maggiori novità riguardano proprio questa sezione. La nuova interfaccia utente non dispone, almeno per la versione base gratuita, delle opzioni di ricerca avanzate. Quindi addio alle ricerche filtrate per parola chiave, nome e cognome, titolo, e posizione a meno che non si decida di optare per la versione premium sempre più spinta da LinkedIn. Non disperate, sarà comunque ancora possibile restringere le ricerche secondo il grado di connessione (primo, secondo o terzo), località, società, settore merceologico, lingua e scuole.

Ma non è tutto. Anche le ricerche salvate e il tagging non sono più disponibili gratuitamente. Saranno, infatti, disponibili nel 2017 solo nelle versioni a pagamento.

Fonte: Ninja Marketing

Nessun commento ancora

Lascia un commento