L’importanza dei colori nella progettazione del web design

Dal bianco al viola, come l’utilizzo dei colori diventa veicolo di emozioni

Abbiamo spesso rivolto la nostra attenzione ad archetipi, a messaggi subliminali, al ruolo dell’istinto e del subconscio nel neuromarketing, per sondare come le emozioni possano essere “solleticate” ad arte per veicolare messaggi potenti e duraturi.

In tutto questo un ruolo fondamentale è ricoperto dal colore, il suo utilizzo e le emozioni che riesce a veicolare.

La teoria del colore è un argomento lungo e complesso che da anni riempie interi testi; in questo post ci concentriamo sull’aspetto inerente alla progettazione della User Interface e come utilizzare al meglio i principali colori per trasmettere le emozioni che desideriamo emergano dal nostro website.

Bianco: minimalismo virtuoso

Almeno in quelle che sono le culture occidentali, da sempre il bianco è il colore della purezza, della virtù e dell’innocenza.

Il bianco è la somma di tutti i colori, o meglio, è il colore che riflette tutte le tonalità.

È un colore neutro, ideale per uno stile minimalista ma soprattutto uno straordinario background per spostare l’attenzione sui particolari, come nel caso di Vision Of Beauty.

I siti web con prevalenza di bianco sono inoltre piacevoli alla vista, grazie al loro senso di ordine e pulizia.

L’importanza dei colori: il nero. Sofisticato, elegante, senza tempo. Da usare con moderazione

black-1054x750

Il nero è il più forte dei colori neutri: nella teoria del colore classica corrisponde alla totale assenza di luce, che assorbe senza riflettere nessuno dei raggi che la compone.

Viene utilizzato per conferire un’aura di potere ed eleganza che viene amplificata se associato ad un layout minimalista e un testo bianco, come fa ad esempio Apple per il suo iPhone 7.

Il nero è però anche un colore particolare: nella stragrande maggioranza delle culture occidentali è legato al lutto o a temi occulti. Rimane però il colore preferito nella tipografia grazie alla sua neutralità e, se usato ad arte e con i giusti accostamenti cromatici,  mantiene il suo fascino ricercato e senza tempo.

Avorio: semplicità ed eleganza confortevole

In termini di risposta emotiva il color avorio (e il panna) sono solo una lieve variazione sul tema del bianco.

Percepito come colore più caldo e meno sterile, conferisce un appeal più confortevole e usato al posto del bianco ammorbidisce i contrasti con i colori più scuri.

Grigio: tradizionale e professionale

Dimentica il senso di noia e tristezza al quale questo colore è generalmente associato: nel design il grigio è un colore conservativo e neutrale, adatto ad essere impiegato come sfondo perché non interferisce con i colori che invece vogliamo mettere in rilievo. Non solo: nelle sue nuances metalliche il riferimento all’hi-tech è immediato.

Beige: duttile e lussuoso

Il beige è un colore neutro, in grado di diventare un jolly da affiancare ad altre nuances per ottenere l’effetto desiderato. In questi due esempi l’uso del beige -unito a toni pastello e al marrone scuro – serve a conferire una certa aria vintage, un ricorso all’analogico in ambiente digitale, come nelle stampe di inizio ‘900.

Blu: dal social pop al trust

Se chiedi a 10 persone quale sia il loro colore preferito, almeno 7 ti risponderanno: il blu!
Come accade per il giallo, il suo significato muta notevolmente in base alla tonalità che si sceglie di utilizzare.

Tutte le tonalità di blu sono universalmente considerate rilassanti e sicuri ma le sue declinazioni più chiare risultano più “friendly”.

Pensa al colore corporate dei più grandi Social Network come Facebook, Twitter e LinkedIn. Le sue nuances più intense, scure, sono invece indice di affidabilità e business.

blu

La landing page di Van Vliet & Trap, un’agenzia di organizzazione eventi e wedding planning, ad esempio fa un uso intelligente del blu: i fiori sullo sfondo suggeriscono la loro esperienza in floral design ma traspare anche una certa eleganza e affidabilità.

Rosso: l’onnipotenza della gioventù

Nella scala cromatica il rosso è non solo un colore primario ma il colore più stimolante ed energizzante di tutti.

Associato alla vitalità della gioventù, il rosso stimola la circolazione sanguigna e la traspirazione producendo effetti fisici prima ancora che psicologici.

Rappresenta la passione, la potenza, la velocità, l’entusiasmo e spesso viene utilizzato per sottolineare messaggi particolarmente importanti all’interno di un contesto perché è in grado di stimolare una forte risposta emotiva, che porta gli utenti a compiere decisioni in modo veloce.

Il rosso è un colore complicato, da usare con cura: può infatti stimolare eccessivamente diventando controproducente, incitando rabbia e nervosismo. Una soluzione ottimale è quello di usarne una tonalità chiara e sfumata come fa Virgin o inserirla come elemento divergente come fa Coca-Cola.

red

L’importanza dei colori e l’arancione:energia in movimento

L’arancione è un colore estremamente versatile: frutto dell’unione tra l’energia e la spinta all’azione del rosso e la felicità del giallo, l’arancione è adatto a creare una sensazione di movimento e ricerca di novità.

Giallo: felicità ed entusiasmo

Il giallo è uno dei colori che più muta il suo percepito in base alla tonalità che si sceglie di utilizzare.

Un giallo brillante sarà il più energico dei colori, sfumature intermedie inspirano invece una sensazione di comfort, sono tonificanti. Se si arriva invece alle tonalità più scure – dal seppia all’oro – il sentimento evocato sarà quello di qualcosa di estremamente prezioso, che ispira saggezza e atemporalità.

Anche il giallo non è un colore facile da utilizzare: nel web design deve essere associato a colori in contrasto per facilitarne la leggibilità e se usato in tonalità opache evocherà invece sensazioni spiacevoli collegate alle malattie.

Verde: stabilità finanziaria e naturalità

Il verde non può essere etichettato né come un colore caldo né freddo: tendenzialmente la definizione migliore è “fresco”.

Questo significa che il verde ha le medesime qualità rilassanti del blu ma conserva l’energia del giallo. La sua peculiarità è quella di creare un ambiente stabile ed equilibrato.

Nelle sue accezioni più scure si collega alla stabilità finanziaria, al denaro, alla sicurezza e alla crescita del mercato. Il legame invece più immediato di questo colore è dato ovviamente da tutto ciò che ha a che fare con la natura e la naturalità.

Viola: it’s a kind of magic!

Come il verde, anche il viola può essere considerato un ponte tra i colori caldi e freddi: il viola è infatti il risultato della sintesi sottrattiva del blu e del rosso, la calma e l’energia.

È un colore forte, vibrante che nella giusta quantità e saturazione può conferire un tocco di classe al tuo website. Storicamente è associato al lusso, alla regalità ma anche al mistero e alla magia.

Nelle tonalità più chiare, come il lavanda o il lilla, il suo significato viene sdrammatizzato rendendo tutto più sognante e romantico.

Una delle associazioni più immediate del viola chiaro nel branding è quello fatto con la cioccolata Milka; che sia una mucca o una marmotta a rappresentarla, di sicuro Milka si è aggiudicata il monopolio su questa tonalità.

viola

Fonte: Ninja Marketing

Nessun commento ancora

Lascia un commento